logo-mini

Il Fotografo

MBA

.Mauro Barbolini, fotografia e pensiero, personaggio schivo, poeta della fotografia, dai mille mestieri e tante passioni. Mette al primo posto, oltre alla professionalità del suo lavoro, natura e libertà.
La creatività, l’intuito, la semplicità lo portano a sperimentare la fotografia in molti campi, ottenendo riconoscimenti professionali. Tra i più importanti, da Kodak, vincitore del concorso “Ritratto”; dall’UNESCO di Parigi, “Fotografia di Reportage” premiato tra i migliori fotografi del mondo.
Mauro dice: “sono contento quando persone, apparentemente comuni, guardando le mie fotografie rimangono affascinate, molto più di una recensione di un critico, significa che sono riuscito a renderla leggibile e creare emozione”.

La voglia di fermare il tempo,

la voglia di vedere,

la voglia di raccontare….

La fotografia mi scorre dentro, mi invade come l’acqua riempie i vuoti.

Voglio vedere, voglio sapere.

La memoria non è sufficiente a riempire la mia mente. Non posso sfuggire al linguaggio delle immagini, è una presenza costante. Ho bisogno di crearle, immaginarle, forti, stupende, crude, emotive. Forse non per rivederle, forse solo per una sete curiosa, forse… non so, è un bisogno che ho. E’ una sfida, anche una scusa per isolarmi, ma mi attira l’idea di costruire una mia personale visione della vita.

Cerco il particolare, l’angolo, la luce, trasformo una realtà, una visione, la modifico. Tolgo, semplifico, isolo l’attimo, lo sguardo si concentra, l’attenzione è alta.

Sono coinvolto.

Voglio di più. Ed è quello che faccio, tutto diventa piacevole, diventa emozione, mi riempie l’anima e la mente.

                                                                               barbamauro